Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_ottawa

ITALIA-CANADA PROGRAMMA DI SCAMBI GIOVANILI 2016

Data:

23/02/2016


ITALIA-CANADA PROGRAMMA DI SCAMBI GIOVANILI 2016

VACANZA LAVORO - MESSAGGIO DELL'AMBASCIATORE D'ITALIA GIAN LORENZO CORNADO AI CITTADINI CANADESI

VACANZA LAVORO - DEPLIANT INFORMATIVO




ITALIA-CANADA PROGRAMMA DI SCAMBI GIOVANILI

 

A seguito della firma nel 2006  del Memorandum di Intesa tra l’Italia e il Canada per il Programma di Scambi Giovanili per il 2016 il programma “Vacanze-Lavoro”  consentirà nuovamente a 1.000 (mille) giovani di ambedue i Paesi, di età compresa tra i 18 e i 35 anni di trascorrere dodici (12) mesi nell’altro Paese cercando di procurarsi un impiego temporaneo retribuito.

Per i giovani canadesi si tratterà di un’opportunità significativa per sviluppare una conoscenza più approfondita della lingua, della cultura e dello stile di vita italiano. Il visto Vacanze-Lavoro consente ai giovani canadesi di reperire le opportunità di lavoro offerte in Italia per un periodo massimo consentito di sei mesi (180 giorni), a decorrere dalla data di arrivo. Il visto viene rilasciato una sola volta e non può essere rinnovato.

Chi può chiedere il visto?

1.   cittadini canadesi residenti in Canada;

2.   di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

Dove si può chiedere il visto?

L’Ambasciata d’Italia in Ottawa e i Consolati Generali di Toronto, Montreal e Vancouver riceveranno le domande di visto Vacanze-Lavoro dei cittadini canadesi residenti nelle rispettive aree geografiche di competenza:

Ambasciata d’Italia in Ottawa (le contee di Carleton, Dundas, Glengarry, Grenville. Prescott e Stormont e l’Outaouais per il Quebec);

Consolato Generale d’Italia in Toronto (la provincia dell’Ontario, il Manitoba e Territori del Nord Ovest);

Consolato Generale di Montreal (la provincia del Quebec, il New Brunswick, la Nova Scotia, il Prince Edward Island e il Newfoundland);

Consolato Generale d’Italia in Vancouver (la provincia della British Columbia, lo Yukon Territory,l’ Alberta e il Saskatchewan).

Analogamente, i cittadini italiani che desiderano aderire al programma vacanze-lavoro  per il Canada dovranno contattare l’Ambasciata del Canada In Roma. Il numero di visti per i cittadini canadesi è limitato a 1.000 (mille) unità.

 I cittadini canadesi che desiderino partecipare  a questo programma bilaterale NON possono richiedere il visto dopo il loro arrivo in Italia: dovranno ottenere il visto prima di partire dal Canada.

Requisiti necessari per richiedere il visto:

  • Età compresa tra i 18 e i 35 anni compiuti alla data della richiesta del visto;
  • Essere di cittadinanza canadese, essere residente in Canada e possedere un passaporto canadese valido;
  • Avere risorse finanziarie sufficienti , per un minimo di 200 Euro mensili per un totale di Euro 2.400 equivalenti a $Canadesi 3.500 (all’incirca) e la disponibilità dei suddetti fondi  dovrà essere dimostrata tramite:
  • gli estratti bancari degli ultimi 3 mesi;
  • la disponibilità di traveller cheques
  • la presentazione di una carta di credito a nome del richiedente con fondi sufficienti per coprire le spese;
  • una polizza assicurativa sanitaria con una copertura minima di Euro 30.000 (trentamila) per spese mediche d’urgenza , il ricovero ospedaliero e il rimpatrio per tutto il periodo del soggiorno (12 mesi).

I cittadini canadesi che desiderano aderire al Programma Vacanze-Lavoro devono compilare l’allegato modulo e presentarsi di persona in Ambasciata, se residente nell’area di Ottawa o in Outaouais, e in alternativa presso uno dei Consolati Generali d’Italia in Canada, competente per il luogo di residenza, se residenti altrove. Si prega comunque di verificare quanto sopra.

Il modulo di visto dovrà essere firmato e completato dal “curriculum vitae” dell’interessato.

Nella domanda di visto il/la richiedente dovrà:

  • dichiarare , non appena arrivato a destinazione, la propria intenzione di acquistare una polizza assicurativa privata di copertura per la responsabilità civile e/o  una polizza assicurativa di lavoro, se richiesta dal datore di lavoro;
  • dichiarare che il motivo del soggiorno chiesto è turistico ed individuale, con facoltà di poter cercare un lavoro retribuito temporaneo per incrementare le proprie risorse finanziarie e consentire il pagamento delle imposte richieste;

IL/LA RICHIEDENTE DOVRA’ PRESENTARE INSIEME ALLA DOMANDA DI VISTO ANCHE UN PASSAPORTO VALIDO ALMENO 90 GIORNI OLTRE LA DATA STABILITA DEL RIENTRO.

  • Il tempo di lavorazione del visto è di 15 giorni a decorrere dalla data di presentazione della domanda;
  • Non sarà possibile chiedere informazioni sulla domanda di visto inoltrata fintanto che non si sarà conclusa la procedura prevista;
  • La Rappresentanza Diplomatica o Consolare apporrà il visto sul passaporto indicando la durata del soggiorno ed una lettera di presentazione sarà rilasciata all’interessato/a.

Il costo attuale del visto è di $Can 169,25 (cento sessantanove virgola venticinque).

Entro 8 (otto)giorni dalla data di arrivo in Italia, il titolare del visto Vacanze-Lavoro è richiesto di presentarsi alla Questura di competenza  con il proprio passaporto canadese, e una fotocopia del medesimo con 4 fotografie formato passaporto e una marca da bollo di Euro 16, alfine di presentare la domanda per il Permesso di Soggiorno, dopo avere compilato il relativo formulario.

E’ peraltro possibile reperire gli indirizzi e i relativi contatti delle 103 Questure presenti in Italia attraverso il  seguente sito web: http://questure.poliziadistato.it  oppure  il link http://www.interno.gov.it

Ai sensi dell’art.17, comma 1 del D.LGS. n.5 del 9 febbraio 2012, e dell’art.9/bis, comma2 del D.LGS. n.510 del 1 ottobre 1996, il titolare del visto Vacanze-Lavoro non necessita più di permesso di lavoro rilasciato dallo Sportello Unico per l’Immigrazione (S.U.I.) tramite la competente Prefettura-UTG (Ufficio Territoriale del Governo) della città dove il/la titolare intende lavorare.

Si renderà necessario soltanto il “permesso di soggiorno” che dovrà essere richiesto entro otto giorni dalla data di arrivo in Italia del titolare del visto, al fine di vidimare il visto di 12 mesi rilasciato.

L’autorizzazione al lavoro sarà successivamente concessa a richiesta del datore di lavoro, tramite allegato modulo  e consentirà al titolare del visto Vacanze-Lavoro di poter lavorare per un periodo massimo 90 giorni con due distinti datori di lavoro, per un totale complessivo di 180 (centottanta) giorni.

A seguito della presentazione della suddetta richiesta di autorizzazione, che dovrà essere accompagnata da una marca da bollo di 16 Euro, lo Sportello Unico per l’Immigrazione della Prefettura inviterà il datore di lavoro a registrare il contratto firmato. In quel caso il datore di lavoro dovrà presentare un documento di identità valido e una marca da bollo da 16 Euro per la registrazione del contratto di lavoro.


489