Nuove modifiche al Programma di scambi giovanili “Vacanze-Lavoro” tra l'Italia e il Canada in vigore dal 1° gennaio 2012

04/01/2012

-
    

Dal 1° gennaio sono entrate in vigore le modifiche al
Memorandum fra Italia e Canada per il programma di scambi giovanili “Vacanze-Lavoro” che consentirà ai giovani tra i 18 ed i 35 anni compiuti, di entrambi i Paesi, di trascorrere fino a dodici mesi nell’altro Paese e di svolgervi attività temporanea di lavoro retribuito per non piu' di sei mesi complessivi.


Tali modifiche riguardano:


- Aumento del contingente da 600 a 1.000 visti;
- Estensione della durata del soggiorno a dodici mesi, di cui sei complessivamente per attivita' temporanea di lavoro retribuito.

Per i giovani canadesi si tratta una importante occasione per conseguire una più approfondita conoscenza della lingua, della cultura italiana e dello stile di vita italiano.

Il visto vacanze-lavoro consente ai giovani canadesi di soggiornare in Italia per dodici mesi e di cercare autonomamente un lavoro per un periodo massimo di sei mesi, e per non di piu' di tre mesi con lo stesso datore di lavoro, a decorrere dalla data di ingresso in Italia. Il visto e la partecipazione al programma non sono rinnovabili.



Chi può partecipare?


Per partecipare a questo programma, i candidati devono essere:

1. Cittadini canadesi che risiedono in Canada

2. Di età compresa tra i 18 e i 35 anni compiuti




Dove e come presentare la domanda?


L’Ambasciata d’Italia a Ottawa e i Consolati Generali italiani a Toronto, Montreal e Vancouver possono ricevere le domande relative al Programma Vacanze-Lavoro da parte di cittadini canadesi.

Analogamente i cittadini italiani che desiderino partecipare a questo programma in Canada dovranno rivolgersi all’Ambasciata del Canada a Roma. Il numero dei permessi vacanze-lavoro per i cittadini canadesi è limitato a 1.000 unità.


I cittadini canadesi che desiderino partecipare a questo programma bilaterale NON possono presentare domanda dopo il loro arrivo in Italia: devono invece invece munirsi dell’apposito visto prima di lasciare il Canada.


I richiedenti dovranno essere in possesso dei seguente requisiti:

  • età compresa tra i 18 e i 35 anni alla data di presentazione della domanda;

  • cittadinanza canadese, residenza in Canada e possesso di passaporto canadese in corso di validità;
  • comprovate risorse finanziarie, non inferiori a 200 Euro per ciascuno dei dodici mesi (per un totale di 2.400 euro), necessarie a far fronte alle spese di mantenimento; la disponibilità di tali risorse potrà essere comprovata tramite:
  • estratti conto bancari degli ultimi 3 mesi;
  • traveler’s cheque nominativi;
  • esibizione di una carta di credito intestata al partecipante con adeguato massimale di spese previsto;
  • i richiedenti dovranno inoltre dimostrare di possedere una assicurazione a copertura delle spese sanitarie, comprese quelle di ospedalizzazione e di rimpatrio, per l’intera durata del soggiorno.


I cittadini canadesi che desiderino partecipare al Programma Vacanze-Lavoro devono riempire l’apposito formulario e presentarlo di persona all’
Ambasciata o ai Consolati Generali italiani in Canada. Il formulario di domanda deve essere firmato in originale e accompagnato da un curriculum vitae.

Nel formulario di domanda, i richiedenti dovranno:

  • dichiarare di voler acquistare, una volta nel Paese ospitante, un’assicurazione a copertura della responsabilità civile e/o un’assicurazione aggiuntiva sul lavoro, ove richiesta;
  • confermare che lo scopo del soggiorno è quello di trascorrere un lungo periodo di vacanza come viaggiatore singolo, avendo l’opportunità di essere impiegati in un lavoro occasionale retribuito, per incrementare le proprie risorse finanziarie e pagare le tasse richieste;
  • autocertificazione di non avere procedimenti penali in corso o di aver subito in passato condanne penali.



Al formulario di domanda occorre in ogni caso allegare il PASSAPORTO.


Il tempo di lavorazione del visto è di quindici giorni dalla data di accettazione della domanda. In attesa, non verranno date informazioni sullo stato delle singole domande.


Una volta valutata la effettiva sussistenza dei requisiti richiesti, la Rappresentanza diplomatico-consolare rilascerà sul PASSAPORTO un visto di durata appropriata. Al partecipante verrà anche rilasciata una lettera di presentazione.


Il rilascio del visto comporta il pagamento della somma di 145,50 dollari canadesi.

Entro otto giorni dall'arrivo in Italia, il titolare di un visto per vacanze-lavoro dovrà recarsi, munito di Passaporto, fotocopia del Passaporto, 4 fotografie formato tessera e 1 Marca da bollo da 14,62 Euro alla Questura della Provincia in cui egli intenda risiedere al fine di richiedere un "permesso di soggiorno" valido dodici mesi, compilando l'apposito
modulo di richiesta. E' possibile ricercare gli indirizzi e i contatti delle 103 Questure italiane tramite il sito internet: http://questure.poliziadistato.it/dovesiamo.htm.


Il titolare di un visto per vacanze-lavoro dovrà altresì ottenere un nulla osta al lavoro rilasciato dallo Sportello Unico per l'Immigrazione presso la Prefettura - UTG competente per l'area in cui l’attività lavorativa verrà svolta. La procedura per la concessione del nulla osta al lavoro dovrà essere avviata successivamente all'arrivo in Italia del titolare del visto e dopo che questi abbia ottenuto il permesso di soggiorno valido un anno. Il nulla osta al lavoro sarà richiesto direttamente dal datore di lavoro, tramite l'apposito
modulo di richiesta e consentirà al titolare di un visto vacanze-lavoro di lavorare per un periodo massimo di sei mesi, ma non piu' di tre mesi con lo stesso dattore di lavoro. Successivamente alla presentazione della domanda in parola, corredata da 1 Marca da bollo da 14,62 Euro, lo Sportello Unico convocherà il datore di lavoro ed il lavoratore per la consegna del nulla osta e la sottoscrizione del contratto di soggiorno. In tale occasione, sia il datore di lavoro che il lavoratore dovranno produrre un documento di identità in corso di validità ed 1 Marca da bollo da 14,62 Euro.


E' possibile reperire gli indirizzi e i contatti dei 103 Sportelli Unici per l'Immigrazione in Italia consultando
il file in allegato.